La storia continua

La memoria è il salvadanaio dello spirito

 

di Riccardo Nencini

 

 

Non c’è modo migliore di ricordare Pietro Nenni e Bettino Craxi che riconsegnare alle compagne ed ai compagni il giornale che ha accompagnato per un secolo la storia del socialismo italiano e la buona storia dell’Italia libera e civile.

L’ Avanti! sarà un foglio uguale al suo passato e decisamente diverso: settimanale, puntiglioso, con un portolano orientato verso la costa e verso il mare aperto, luogo di incontro di opinioni riformiste che altrove non trovano diritto di cittadinanza.

Farà conoscere le campagne promosse dal PSI, ospiterà le proposte nate nelle regioni e nei comuni, sarà una delle reti attorno alle quali riconoscersi, assieme a Mondoperaio, alla Fondazione Socialista ed alla più sperduta delle nostre sezioni.

La prova che il partito è vivo e vegeto. La prova che la storia continua.

Nel Novecento, l’Avanti! ha combattuto tutte le battaglia di libertà che i socialisti hanno condotto in parlamento e nelle piazze. Tutte.

Devastato, sbarrato con la forza, riaperto, di nuovo chiuso, risorto e poi rinato dalla costola-madre del riformismo socialista - l’unico in campo - l’impegno, adempiuto, assunto dal Congresso di Montecatini un anno e mezzo fa.

Per noi assume, infine, un valore aggiunto.

I partiti assenti dalle Camere sono stati di fatto cancellati dalle reti  televisive pubbliche (e private) e dai quotidiani nazionali. Impresa ardua, forse impossibile, rovesciare la china. Persiste infatti un ‘bipolarismo’ dell’informazione sostenuto da entrambi i poli e fondato sulla “conventio ad excludendum” dei partiti più piccoli e sulla scelta del “miglior nemico” operata dai vertici dell’informazione (ieri Bertinotti assiduo in TV, oggi Di Pietro frequentatore di telegiornali e programmi-contenitore, politici e di intrattenimento). In barba all’informare obiettivamente, alla par condicio, al merito ed alla qualità della notizia.

Faremo del nostro foglio un vascello corsaro tra gli imponenti galeoni altrui. Corsaro nella polemica politica e istituzionale. Corsaro nella difesa delle nostre idee. Corsaro per chiedere in modo convinto il vostro sostegno.

In bocca al lupo Avanti! 

 

HOMEPAGE